-
  line
  Home page » Vinobar » Quanti vini?
-
top

“Dicono e suggeriscono che volendo ottenere dalle donne quei favori che si desiderano, giova prima il ber vino (…) Voltaire consiglia scherzosamente di bere, per dimenticare o liberarvi dell’amore”
Giacomo Leopardi

A grandi linee i vini di dividono in: vini da tavola, DOC, DOGC, liquorosi e spumanti.

 


Vini da tavola. Costituiscono  la fetta più consistente del marcato. Sono vini a “denominazione di origine semplice”, prodotti con uve bianche o rosse provenienti da vitigni diversi. L’etichetta: se viene indicata la provenienza geografica, ad esempio “vino da tavola rosso del Piemonte”, significa che; per produrlo, sono state utilizzate almeno l’85 per cento di uve di quella zona; ciò vale analogamente se viene riportato il nome del vitigno.


 

Vini DOC. Vini a denominazione d’origine controllata. Questi vini possono riportare anche la sigla VQPRD “vini di qualità prodotti in regioni predeterminate”. Il vino DOC è ricavato solo dal vitigno indicato sull’etichetta e viene prodotto entro i confini di una zona limitata. Per legge devono essere specificati il marchio, la gradazione alcolica e la ragione sociale dell’azienda produttrice.

Vini DOGC. Vini a denominazione d’origine controllata e garantita. Sono i vini più pregiati. La produzione, limitata, rispetta norme molto severe riguardo la selezione e la purezza dei vitigni, i processi di vinificazione, di imbottigliamento … Le etichette debbono obbligatoriamente riportare l’annata della vendemmia; le bottiglie sono dotate di contrassegni di Stato, fascette numerate applicate sul tappo, rilasciate il numero limitato secondo il quantitativo prodotto, come il Barolo, il Brunello di Montalcino, il Barbaresco, il Chianti …

Vini spumanti. Le bollicine tipiche e la forte pressione che determina il botto quando si apre una bottiglia di spumante derivano dall’anidride carbonica che si forma naturalmente in questo vino durante la fermentazione. Due sono i metodi spumantizzazione adottati: il metodo charmat, mediante autoclave e il metodo champenois per cui si lascia spumeggiare spontaneamente il vino già imbottigliato.

Champagne. La champagne è un vino spumante proveniente da uve rosse o bianche, da vitigni tipo Pinot, chardonnay, coltivate nella regione francese dello Champagne, tra le città di Reims e Epernay.

Vini liquorosi. Come le Malvasie, i moscati, i passati hanno gradazione alcolica compresa tra i 12 e i 22 gradi.

bottom