-
  line
  Home page » Cerimonia "il galateo del matrimonio" » L'annuncio ufficiale
-
top

Il primo passo ufficiale, dopo aver pronunciato il fatidico "Si" alla domanda "Vuoi sposarmi?" , è quello di decidere chi si vuole invitare alla cerimonia prima e al banchetto di nozze poi, Successivamente, stilata la lista, si deve provvedere a comunicare I'invito ai prescelti, inviando la partecipazione

Quando inviarle

Bisogna cominciare presto a occuparsi delle partecipazioni, subito dopo aver deciso il giorno e il luogo della cerimonia e del ricevimento. Le partecipazioni vanno spedite almeno due mesi prima delle nozze per dare tempo a tutti di programmare la propria presenza e di pensare all'abbigliamento da indossare.
Ai parenti più stretti e ai testimoni possono essere consegnate a mano dagli sposi: è importante, però, che la stessa gentilezza e cortesia la si riservi a tutti i parenti di ugual grado.

La lista: chi inserire

Il bon ton consiglia di stilare un elenco quanto più vasto possibile di famigliari e parenti (anche se i rapporti non sono stretti e i contatti si sono diradati), di amici (più o meno intimi), di conoscenti con cui si è rimasti in buoni rapporti, di persone con cui si hanno rapporti professionali o semplicemente quotidiani, di conoscenti, amici e collaboratori dei genitori.
A questa lista che, in breve, deve comprendere i nomi di tutti coloro che desideriamo informare del nostro matrimonio, ne seguirà una seconda, più ristretta, rivolta alle persone che vogliamo invitare al dopo cerimonia.
Costoro si vedranno recapitare anche il cartoncino d'invito al rinfresco, pranzo o cena che sia.
La scelta dei nomi da inserire in questa lista è fase assai delicata e, quindi, necessita di molto savoir-faire.

La scelta

Per la scelta delle partecipazioni, modello, carattere e inchiostro, ci si può affidare alla competenza di un cartolaio specializzato o di un tipografo. Lasciate da parte bizzarrie e stravaganze, è sempre meglio scegliere il classico: sia per il formato – cartoncino semplice o a doppia pagina in color bianco o écru - sia per il carattere – corsivo inglese - sia per l'inchiostro - grigio o nero. Non scordatevi di fare stampare con le stesse caratteristiche eventuali piantine per raggiungere il locale del rinfresco, i bigliettini da allegare ai confetti e i cartoncini per i ringraziamenti. Meglio poi abbondare sulle quantità, aggiungendo un 20% al numero calcolato con le liste. È bene ricordare che le partecipazioni vengono stampate di cento in cento, ed è bene tenerne una quantità di riserva per supplire a eventuali dimenticanze o per gli inviti dell'ultima ora.

Le buste

Prima che le partecipazioni siano pronte ci si può preoccupare di acquistare le buste e scrivere gli indirizzi degli invitati.
L’indirizzo sarà scritto rigorosamente a mano, con inchiostro blu o grigio su carta bianca, oppure in seppia su carta avorio.


L’indirizzo va messo a destra, sotto il francobollo e deve essere così composto: nome e cognome, via e numero civico, codice di avviamento postale e infine città. Un consiglio: specificare sempre in modo chiaro il destinatario. Se la partecipazione è indirizzala a una coppia scrivere prima i nomi (nell'ordine lui e lei) e poi i cognomi. Se non si conosce il nome della consorte si può scrivere il nome del marito seguito dal classico "e Signora".

bottom